QuickTips: esaltare il colore degli occhi

In questo velocissimo post, voglio condividere un esercizio che faccio fare alle modelle per le quali scatto dei ritratti. Nelle foto che ritraggono il volto, gli occhi giocano un ruolo chiave ed è dunque importante fare in modo che siano quanto più espressivi possibile.

Le problematiche legate allo sguardo sono spesso quelle dell’espressione che può essere poco controllabile se si ha una situazione di forte luminosità. In questi casi, quello che faccio è chiedere alla modella di focalizzare lo sguardo nel punto in cui deve osservare nello scatto finale, le faccio chiudere gli occhi e rilassare fronte e zigomi, e le chiedo di aprire gli occhi un istante prima dello scatto. In questo modo evito l’effetto “sguardo corrucciato”. Questo è particolarmente utile se si scatta in orari in cui il sole è molto alto, in zone dove c’è molta luce diffusa o nelle ore in cui il sole è basso e si hanno diversi riflessi sulla modella (per esempio a causa dell’uso di un riflettore).

Un’altra cosa fondamentale è l’uso delle “catch ligths“, cioè le lucine bianche che si vedono sulla parte nera dell’occhio. Quando si usa il flash, c’è sempre il rischio che l’iride si chiuda, non lasciando molto spazio a questo effetto fondamentale nel ritratto. Ancora una volta, far chiudere gli occhi alla modella per qualche secondo può aiutare a far dilatare la pupilla e ad avere dunque più spazio per giocare con i riflessi sugli occhi.

Infine si può avere il problema opposto, cioè evitare che l’iride si dilati troppo, facendo perdere importanza al profondo colore degli occhi del soggetto. In tal caso uso un piccolo lampo di flash immediatamente prima della foto effettiva. Il principio è lo stesso che si usa per evitare l’effetto occhi rossi. Il primo lampo, infatti, darà un forte stimolo all’occhio, facendo chiudere la pupilla e dunque massimizzando l’estensione dell’iride che rivelerà dunque tutto il suo colore.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditDigg thisEmail this to someone

Commenti

commento