Curriculum Vitae Fotografico

Sono nato come fotografo durante gli anni del liceo, sebbene sin da piccolissimo mio padre, un architetto appassionato della pellicola mi avesse già insegnato i rudimenti e messo in mano una reflex Nikon. In particolare, come ho raccontato in un mio articolo, una gita a Budapest fu particolarmente importante perché segnò la mia volontà di iniziare a studiare la fotografia usando i mezzi digitali che in quegli anni stavano iniziando a emergere.

La mia prima fotocamera digitale fu una compatta della Fujifilm con cui scattai una quantità di spazzatura enorme, ma anche alcune foto decenti. La cosa importante fu che cominciai a rendermi conto di quanto mi piacesse guardare il mondo attraverso l’obiettivo.

Il fatto che avessi in mano una semplicissima compatta mi aiutò a dedicarmi sin da subito agli aspetti più legati alla comunicazione visiva, alla composizione e ai colori. Insomma, cominciai a muovere i primi passi.

Durante l’università di ingegneria informatica, iniziai a studiare anche gli aspetti matematici e fisici legati al mondo della luce e delle immagini digitali, argomento che mi appassionò tantissimo e che mi spinse ad approfondire ancora di più le tematiche legate alla fotografia.

Proprio in quel periodo acquistai la mia prima DSLR, una Nikon D50, con cui iniziai il percorso che mi ha portato alle conoscenze che ho acquisito e che continuo ad accrescere giorno dopo giorno.

Da quel momento non ho più smesso di studiare teoria e tecniche fotografiche, generi, fotografi, storia e comunicazione nel mondo della fotografia. Ho acquistato obiettivi, corpi macchina, flash, cavalletti, modificatori, e qualche volta ne ho anche costruiti per il puro gusto di verificare che avessi acquisito le competenze che desideravo.

Trasferitomi a Milano nel 2007, un collega appassionato di ritratti mi ha stimolato a studiare vari generi, invitandomi di tanto in tanto a studiare i suoi lavori e qualche volta anche a qualche sessione fotografica. Tra gli anni 2012 e 2013 ho iniziato a scrivere di fotografia, dapprima con semplici articoli estemporanei, poi in questo blog. L’intento principale è sempre stato, come lo è ancora adesso, di costringermi a imparare sempre cose nuove sul mondo della fotografia a 360°, dalla tecnica all’attrezzatura, ai casi di studio e ai grandi fotografi. Scrivere, infatti, mi impone di dedicare tempo e costanza alla fotografia, avida amante, e di cercare sempre sfide e temi nuovi da affrontare. Inoltre mi piace condividere quanto apprendo con il mondo, quindi quale mezzo migliore di un blog?

Per praticare la fotografia di ritratto, uno dei primi generi a cui mi sono appassionato e che tuttora pratico, ho scattato migliaia di foto in TF* di cui una piccola parte è finita in queste pagine. Il ritratto è sempre stato e rimane un genere che mi permette di studiare molto bene luce e tecnica fotografica, oltre che di migliorare il mio modo di rapportarmi con le persone e di capirle.

***

***

Nel frattempo ho affrontato le sfide della street photography e degli eventi, iniziando a collaborare con un carissimo amico che ha lanciato MilanoWeekend.it e che attualmente lo dirige. Grazie a questa collaborazione ho avuto modo di dedicarmi al reportage, agli eventi e di tanto in tanto anche alla fotografia di VIP.

Tra i vari eventi mi sono appassionato e di seguito specializzato in Food Photography, studiando la tecnica secondo le linee guida dei maggiori siti di microstock e facendo pratica agli eventi e in casa. In seguito iniziai varie collaborazioni tra cui le più importanti sono state con ristoranti come SlowSud e Cose Nostre.

***

***

Tra gli anni 2015 e 2016 ho scritto diversi ebook che parlano di tecnica fotografica di base (e anche un po’ più avanzata), di food e di Time for e ho affiancato diversi aspiranti fotografi nella loro formazione e in particolare nelle tecniche di ritratto. Inoltre sono stato contattato per realizzare dei workshop sempre a tema cibo, con SlowSud e con Cose Nostre o sul business della fotografia con la Genova Liguria Film Commission.

Nel 2017 ho iniziato una collaborazione con Moma Studios e Moma Academy che mi ha permesso di scattare a nuovi livelli con la compagnia U_nited e Frankie Morrello oltre a portare avanti progetti come Emotions e MoreThanMeetsTheEye.

Tra i nomi che mi danno più ispirazione ci sono: Ferdinando Scianna, Henri Cartier Bresson, Hansel Adams, Franco Fontana, Steve McCurry, Peter Hurley, Chase Jarvis, Nick Fancher, Benjamin VonWong. Invece, alcuni dei fotografi che seguo sempre per ispirazioni tecniche e di business sono: Karl Taylor, the Adorama Team, Matt Granger, Tony e Chelsea Northrup, Phlearn…