Fotografare con uno sfondo bianco puro? Woody ci spiega come!

Le fotografie con lo sfondo bianco purissimo si vedono in ogni angolo. Dai cartelloni pubblicitari, alle riviste di moda, al menù del ristorante. Eppure sono ragionevolmente certo che quando si prova la prima volta a realizzare una foto del genere non si ottiene il risultato che si sperava e si ottiene invece qualcosa come questo:

lowres_DSC_7111

Nonostante Woody sia davanti a un foglio di cartone completamente bianco, ciò che accade è che la luce che lo illumina decade, seguendo la legge dell’inverso del quadrato, facendo sì che questa appaia come un grigio sbiadito. Ciò accade perché si sta scattando con una sola sorgente luminosa che illumina il soggetto, facendoci ottenere una corretta esposizione per Woody, ma uno sfondo ben lontano da ciò che vogliamo.

Ecco una veloce guida illustrata dal nostro amico Woody Testa di Legno su come ottenere lo sfondo bianco purissimo della foto in alto.

Il primo passo da fare è quello di trovare le impostazioni corrette affinché il nostro soggetto sia correttamente esposto. Ciò significa che la prima foto da fare è esattamente quella che pare sbagliata. Nel mio caso ho utilizzato un tempo di esposizione di 1/200 di secondo per eliminare la luce ambientale, e un’apertura del diaframma di f/7.1 a ISO 100. Da questo momento non cambierò più le mie impostazioni.

A questo punto bisognerà spegnere il flash che illuminava il soggetto e si dovrànno porre due flash che puntino dietro il soggetto, cioè verso lo sfondo. Bisogna sottolineare che, essendo lo scenario composto da un foglio bianco, questo agirà da enorme riflettore per il nostro soggetto. I due flash dovrebbero essere di pari intensità e temperatura di colore, tuttavia l’importante è che si ottenga un bianco uniforme alle spalle del soggetto. Bisognerà quindi impostare un valore di potenza iniziale ed effettuare uno scatto. Se la potenza è eccessiva, ciò che accadrà sarà che la luce riflessa della luce di sfondo andrà ad avvolgere il soggetto, facendolo svanire e riducendo quindi drasticamente il contrasto, come accade nell’esempio seguente.

lowres_DSC_7115

Nonostante lo sfondo ora sia perfettamente bianco (è possibile verificarlo dall’istogramma), non siamo ancora giunti all’ultimo scatto. Tolta la luce principale, il risultato da ottenere sarà quello di avere quasi una silhouette. Per ottenere ciò ho ridotto la potenza dei due flash, prima impostati su 1/4 della loro potenza massima, fino a 1/16, ottenendo una luce che rende lo sfondo bianco senza però interferire troppo con il soggetto principale.

lowres_DSC_7120

A questo punto posso aggiungere nuovamente la luce principale che, come è possibile intuire, non influirà significativamente sullo sfondo ma illuminerà correttamente il nostro soggetto, lasciando quindi solo poche modifiche finali da fare in post-produzione, per eliminare qualche riga di troppo dallo sfondo.

lowres_DSC_7121

Ovviamente per ottenere diverse gradazioni di bianco anche ai piedi del soggetto, o per isolarlo completamente, si potrà giocare a piacimento sia con il posizionamento dei flash che con la loro potenza. La cosa importante è che, come mostra questa piccola guida, si capisca la differenza tra le luci che devono colpire il soggetto e come illuminare lo sfondo di conseguenza.

Un altro piccolo trucco, per aggiungere un’immagine riflessa sotto il soggetto, è quello di posizionare un pannello di plexiglas trasparente. Questo pannello farà sì che il soggetto si rifletta, dando profondità e maggiore fascino alla foto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditDigg thisEmail this to someone

Commenti

commento