DIY: un beauty dish da meno di 10 euro

IBeauty Dishl beauty dish è un modificatore di luce molto usato nella ritrattistica, specialmente in quella fashion o in stile “da copertina”. Questo modificatore ha un effetto che potrebbe essere definito a metà tra quello di un softbox e quello di un ring flash, in quanto crea una luce molto morbida ma capace di evidenziare bene ancora tutti i dettagli del volto. Inoltre, le versioni con il disco centrale particolarmente largo riescono a creare il riflesso ad anello sugli occhi del soggetto, cosa che torna sempre in voga di tanto in tanto. Questo tipo di modificatori è utile nel ritratto perché, date le caratteristiche appena descritte, riesce a minimizzare i difetti della pelle (che hanno anche le migliori modelle), mantenendo comunque un livello di dettaglio tipico di una foto di moda.

La luce proveniente da un beauty dish viene normalmente utilizzata in maniera “diretta”. In realtà la luce che colpisce il soggetto arriva dalla riflessione della concavità interna, dove la luce è stata sparata dal flash attraverso un disco centrale montato all’interno. Tanto più è larga la parte concava, tanto più diffusa e morbida sarà la luce. Anche la larghezza del disco anteriore influisce sull’intensità. Tanto più il disco sarà largo, tanto maggiore sarà l’attenutazione ma più sarà morbida la luce.

I beauty dish possono costare cifre importanti, a seconda della marca, degli accessori, della dimensione e della fattura. Tuttavia, soprattutto se non si pratica tantissima fotografia da studio, tale acquisto potrebbe non essere giustificato nemmeno se il prezzo si aggirasse sui 30 euro (spedizione inclusa). In questo tutorial spiegherò come costruire un beauty dish con meno di 10€ e in meno di un’ora.

Innanzi tutto ecco la lista della spesa:

  • Un vaso di plastica largo e concavo
  • Un sottovaso piccolo (a seconda dell’effetto che si vuole ottenere)
  • 4 stecche filettate da almeno 10 cm
  • 4 bulloni per ciascuna delle stecche filettate
  • Bombolette spray bianca e nera (opzionale)
  • Colla
  • Carta stagnola
  • Un elastico

MaterialeInnanzi tutto è necessario preparare la parte che rappresenterà la concavità. Sulla parte posteriore bisognerà praticare un foro che ospiterà la testa del flash. Pertanto sarà necessario disegnare con un pennarello la forma della parte anteriore del flash. Usando un taglierino, incidere la plastica e creare l’apertura. Infine, se il vaso non ha già i fori per l’acqua sulla parte inferiore, creare 4 fori equidistanti tra loro che serviranno per far passare le stecche filettate e attaccarci il sottovaso. Inoltre sarà necessario praticare altri 2 fori accanto a quello centrale (quello più grande) dove faremo passare l’elastico che sarà usato per fissare il flash.

materialeA questo punto si dovranno fare 4 fori anche sul sottovaso che dovranno essere equivalenti a quelli fatti sulla parte inferiore del vaso largo. Fatto ciò saremo già a metà del lavoro. Per completare il disco riflettente (quello anteriore) bisognerà ricoprire la parte inferiore del sottovaso con la carta stagnola, incollandola con un po’ di colla. Non è necessario essere superprecisi, anzi, al contrario, più la carta stagnola sarà spiegazzata, maggiore sarà l’effetto di diffusione della luce. Suggerisco di mettere un po’ di carta accartocciata tra la carta stagnola e il sottovaso, in modo da creare una leggera convessità che sia proporzionale alla concavità del vaso largo. Una volta ricoperto il sottovaso, bisognerà infilare le quattro stecche filettate nei fori che erano stati praticati precedentemente, fermandole bene con i bulloni. La parte lunga dovrà essere rivolta dallo stesso lato della carta stagnola.

Una volta creati i due dischi e predisposte le stecche per agganciarli, sarà necessario dipingerli opportunamente. L’unica vera pittura obbligatoria è quella bianca per l’interno del vaso largo. Questa parte infatti sarà responsabile della qualità della luce che verrà prodotta dal beauty dish. Io consiglio di usare una vernice brillante bianca neutra, che è generica per ogni tipo di utilizzo, tuttavia si può sperimentare anche usando vernici argentate o dorate per vari effetti ancora più particolari. Per rendere il tutto più “professionale” nell’aspetto, si potrà usare una vernice spray nera per ricoprire il retro del vaso largo.

biancoQuando sarà tutto asciutto, assicuratevi che la parte bianca sia quanto più uniforme e brillante possibile e se necessario date un’altra mano di vernice. A questo punto, si potranno unire tutti i componenti. Prima di agganciare il disco centrale, legate un elastico a corda fermandolo tra i due fori accanto all’apertura per il flash. Questo servirà per bloccare il beauty dish sulla luce di supporto. Dopo aver agganciato l’elastico, si potrannno unire i due dischi, usando altru due bulloni per ciascuna stecca filettata. La distanza tra i due componenti dovrà essere la più ampia possibile ma all’interno della profondità del vaso largo.

Dopo averlo assemblato, potrete subito fare le vostre prove con il beauty dish da meno di 10€ (e meno di un’ora di lavoro, asciugatura della vernice e acquisto materiali escluso). Ecco un esempio di differenza tra flash diretto senza modificatori e beauty dish. Come è possibile notare, nella prima il flash crea delle ombre dure ed evidenzia ogni dettaglio del modello “Ih Oh”. Nella seconda foto, con l’uso del beauty dish, le ombre sono molto più morbide, cosa che nasconderà i difetti, tuttavia la nitidezza dell’immagine non risulta compromessa.

Ultimi suggerimenti: ricordatevi di lavorare, soprattutto per la verniciatura, su superfici che potete rovinare e sporcare, perché è ovvio che succederà. Riguardo all’utilizzo, il beauty dish attenua di almeno 1 o 2 stop l’intensità del flash originale, quindi per ottenere la stessa esposizione del flash “libero” bisognerà aumentare la potenza dello stesso o regolare la fotocamera di conseguenza.

IhOhFlashDiretto

IhOhBeautyDish

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditDigg thisEmail this to someone

Commenti

commento