I Segreti della Luce

Se vuoi imparare la fotografia partendo da zero, puoi provare a seguire i miei suggerimenti leggendo il mio libro!

Ecco un estratto che parla di come confrontare ottiche fisse e ottiche zoom. Ovviamente dentro troverete tantissimo altro, dalle tecniche base a suggerimenti più avanzati e tanti tutorial.

***

Come funziona un obiettivo

Gli obiettivi si distinguono in due tipi: zoom e fissi. Gli obiettivi fissi sono tipicamente di qualità migliore rispetto agli zoom in quanto sono ottimizzati per una singola lunghezza focale e tutte le lenti al loro interno sono specializzate per convogliare la luce al meglio possibile verso il sensore con la minor dispersione di luce possibile. Un obiettivo zoom funziona con un sistema di lenti che può essere semplificato con uno schema come quello mostrato di seguito.

Le due lenti alle estremità rappresentano la parte frontale e quella posteriore dell’obiettivo, che rimane tendenzialmente fissa all’interno del tubo dell’obiettivo. All’interno si può immaginare una lente che, al ruotare della ghiera di zoom, si muova in avanti o indietro, modificando il modo in cui la luce vada a incidere sulla lente posteriore. Come si può vedere nel primo caso, la lente interna, posizionata vicino a quella frontale, fa sì che dei raggi che colpiscono l’obiettivo vengano “allargati”, producendo così di fatto un effetto di ingrandimento dell’immagine finale e tagliando fuori i raggi più esterni (riducendo quindi l’angolo di campo). Nel secondo caso ci si trova in una situazione detta “normale”, cioè in cui ciò che viene catturato viene in qualche modo riportato allo stesso modo sull’obiettivo finale, mentre nel terzo caso i raggi vengono “compressi”, facendo in modo che più raggi possano andare a incidere insieme sul sensore (aumentando l’angolo di campo).

Per quanto riguarda la messa a fuoco, al sistema di lenti precedenti va aggiunta una lente che può essere posta sia davanti all’obiettivo (tipicamente gli obiettivi con l’attacco dei filtri che si muove) o interna (con la possibilità di usare filtri senza il rischio che vengano spostati durante la messa a fuoco).

Date queste premesse è possibile intuire che maggiore sarà l’escursione in termini di lunghezza focale, più complesso sarà il sistema di lenti all’interno e maggiori saranno le problematiche legate ad aberrazioni e dispersione della luce.

Zoom vs Ottiche fisse

Stando a quanto spiegato in precedenza, è ovvio che quando si vuole ottenere il massimo della qualità, sia in termini di risoluzione effettiva che di qualità dell’immagine, una lente a focale fissa sarà migliore di una lente zoom. Con questo non voglio dire che gli zoom siano tutte pessime lenti o che non sia possibile ottenere ottime foto, anzi al contrario esistono degli zoom capaci di risultati strabilianti. Inoltre gli zoom hanno il grandissimo vantaggio di essere molto versatili e consentire di cambiare l’inquadratura anche senza muoversi, cosa molto utile quando si è impossibilitati a usare i piedi per spostarsi e per ingrandire o ridurre la dimensione del soggetto nell’immagine.

Usare una lente a lunghezza focale fissa è un ottimo esercizio per studiare la prospettiva e per focalizzarsi sulla composizione, tuttavia non è il modo migliore per imparare a riconoscere i difetti tipici dei vari obiettivi e il modo per contrastarli. Le ottiche fisse infatti saranno sempre ottimizzate per ridurre al minimo le distorsioni e le aberrazioni poiché non avranno la complessità di gestire il modo in cui la luce si comporterà quando attraverserà i complessi sistemi mobili di uno zoom.

Ecco alcuni dei vantaggi delle lenti zoom:

 

  • Permettono di studiare diverse lunghezze focali con uno sforzo minore sia in termini economici che di tempo.
  • Sono molto più utili anche per i fotografi professionisti che operano in settori dove non è possibile perdere tempo a cambiare l’obiettivo molto spesso, per esempio fotoreporter o matrimonialista.
  • Consentono di lavorare sull’inquadratura e sulla composizione in maniera più creativa perché oltre a potersi muovere con i piedi si può modificare l’angolo di campo a parità di prospettiva.

 

Anche le lenti a lunghezza focale fissa hanno i loro vantaggi ovviamente:

 

  • Sono tipicamente più economiche di zoom di qualità equivalente
  • Possono raggiungere aperture del diaframma maggiori grazie a una complessità inferiore delle lenti

Hanno una qualità superiore rispetto a uno zoom impostato alla stessa lunghezza focale

Commenti

commento