1° Mostra Fotografica UMDS

Il 22 Dicembre 2018 la Underground Milano Dance Studio di Ivan Spinella ha ospitato la mia prima mostra fotografica legata ai ballerini dell’accademia e della pre-accademia. Sono stati dei momenti veramente emozionanti, dalle sessioni di scatto con dei ragazzi veramente bravi, fino all’installazione in pieno stile underground.

15 foto in formato 30×45, selezionate tra più di 200, pendevano dalle travi del soffitto, rette solo da filo di ferro, mentre un tappeto di piccole foto in un formato più classico formavano un percorso da seguire all’interno della suggestiva sala Double-U.

La mostra è stata un omaggio alla bravura di questi ragazzi che con impegno e arte emozionano per primi loro stessi, e attraverso queste sensazioni trasmettono la loro energia a chi li guarda.

La serata è iniziata con uno spettacolo coreografato dagli stessi ragazzi che hanno portato in scena vari stili di danza alternati a momenti di recitazione di alto livello. Al primo break, gli invitati sono stati accompagnati a vedere le foto. Come fotografo mi sono sentito molto soddisfatto e lusingato dai complimenti, ma ciò che più mi ha toccato sono stati i visi dei genitori che guardavano la bellezza e la bravura espresse dai loro figli nelle foto.

Ovviamente mi sono portato a casa tanti complimenti ma ci ho tenuto a sottolineare che una buona foto è composta da tre elementi: la tecnica, la direzione creativa e la bravura dei soggetti. In quelle foto, probabilmente, grazie a Ivan e ai ragazzi di UMDS c’era il connubio perfetto. Mi piace dire che i ragazzi sono “tridimensionali” perché, se è vero che una foto è un appiattimento bidimensionale della realtà”, loro riescono a uscire dalla foto e a darle una terza dimensione che è l’emozione che trasmettono quando vanno in scena.

Ai ragazzi di UMDS ho regalato le foto e i loro sorrisi sono stati il mio miglior regalo di Natale. A voi posso solo regalare i miei auguri e la promessa che nel 2019 tornerò a scrivere di più e a pubblicare più foto!

Buone feste!

Commenti

commento